Natale/Christmas/Noël/Navidad

IMG_3180[1]Un lettore mi ha chiesto un racconto di Natale, forse avete letto il suo commento sotto i Narcotango! Giustissimo! Ci vuole una storia con alberi decorati e scintillanti, elfi e un sano babbo natale con la renna, sì metterei anche la neve e un freddo secco. A questo freddo sono abituata visto che sono nata in Lorena ma quest’anno sembra che l’umidità abbia preso possesso di tutti i miei mondi… In Lorena niente freddo secco… niente neve per ora… ok ma se è un racconto potrei inventare… voi immaginate il più stereotipati dei contesti e con la certezza che tutti i lettori visualizzeranno la stessa cartolina natalizia allora potrei semplicemente inserire la mia lettera a Babbo Natale.
Sulla località è tutto chiaro, siamo in Lorena nel dicembre del 2014, ha nevicato tantissimo e guardando dalla finestra si vedono tutte le illuminazioni dei vicini, s’indovinano gli alberi di tante case che si preparano ai raduni di famiglia o di amici quando non si ha più la famiglia. Il denominatore comune di tutti noi è che tra qualche giorno vogliamo stare con persone che amiamo e di cui ci fidiamo. E’ con loro che vogliamo cenare o pranzare e scambiarci regali lì dove ci saranno anche regali…
Ora vi regalo la mia lettera a Babbo Natale…
“Caro Babbo Natale,
da quando ero una bambina e ti avevo chiesto una bambola che cammina da sola, te la ricordi Mireille? sono passati molti anni e direi che forse tu sei un po’ invecchiato… non so? chiedo perché mi preoccupo molto per te. Lavori sempre così tanto per accontentare tutti! Non vai mai in vacanza!
Negli anni da quando Mireille è arrivata e mi ha resa tanto ma tanto felice perché avevo la sensazione che di te ci si può fidare, i regali che ti ho chiesto sono comparsi tutti come per magia… i più bei giocattoli, volevo gioielli e li ho avuti! Volevo oggetti belli per le case accoglienti dove ho vissuto e sono arrivati. Ho voluto viaggiare e ho trovato sotto l’albero i biglietti con destinazioni lontane… ho sempre voluto avere con me i miei genitori e tu sei stato generosissimo perché ancora oggi ho la fortuna di condividere il natale con quelle due persone straordinarie che sono Edu e Chari… Insomma ti ho chiesto di tutto e tu non mi hai mai delusa. Persino quando ero incinta e volevo che nascesse una femmina per due volte sono stata esaudita! Quest’anno ho già tutto perché sono quasi vecchia e non ho bisogno di nulla. Nulla di tutto quello che nella tradizione bambini e adulti scrivono nelle loro magiche lettere.
Quest’anno ho una preghiera molto speciale, c’è una sola cosa che mi manca, sono sicura che tu ce la puoi fare a consegnarmela… E’ un dono per una persona estremamente importante. Ricorda che questo è il blog del #whenlifeisbetter e non si può parlare di vita migliore se manca l’elemento più importante di un periodo natalizio.
Caro Babbo Natale manca che mia figlia Charlotte sia serena e possa fidarsi delle persone che la amano… è con noi ma i suoi pensieri la isolano.
E’ venuta per stare con i nonni anziani ma ha bisogno di tempo per sentire che si trova in un luogo protetto.
Desidero che mia figlia dimentichi l’orrore nel quale i suoi preziosi 14 anni sono stati coinvolti. Desidero che tutte le diaspora di famiglie inventate da genitori violenti ed egoisti finisca. Finché lei non sarà serena e rispettata nel suo dolore non ci potrà essere Natale per me e nemmeno per il resto della mia famiglia… E mentre ti parlo di lei so che leggi che la mia preghiera riguarda tanti altri adolescenti e che tu sai chi sono…
Allora hai capito? Il mio più vivo desiderio è che tu metta nella tua sacca una vita semplice e tranquilla per la mia fantastica Charlotte. Ho bisogno di ritrovare il suo sorriso, tutti noi abbiamo bisogno del suo sorriso. E’ un luogo comune sognare la pace sotto Natale lo so, ma non esiste nulla di più sano. E’ l’unico regalo di natale che mi auguro di trovare sotto l’albero. Per favore non te lo dimenticare! So che è molto di più di tutti i lussuosi regali che ti ho chiesto negli anni ma so che sei magico…
E senti! già che ci sei aggiungi qualche copia di questo dono nel tuo borsone, perché so di altre famiglie che ne avrebbero bisogno… magari qualcuno ti scrive all’ultimo minuto!

Ora sta nevicando di nuovo… le lucine dell’albero cambiano dal rosso al blu e al giallo. E’ bello e rassicurante.
Porto subito la lettera alla posta certa che la riceverai in tempo.
Ti ringrazio tantissimo per tutti i natali meravigliosi della mia vita incluso quello in arrivo, e ti abbraccio forte. Buon lavoro insostituibile personaggio delle nostre vite!
Cathie”
#whenlifeisbetter
________________________________________________________________________________________________________________________
A reader made a special request on the blog. He asked me to write a Christmas story. You may have read this comment under the Narcotango post. He’s right! We need a story with lots of decorated sparkling trees , elves and a healthy Santa Claus with the reindeer, yes that’s it let’s put some snow and a real dry cold. Yes I am used to the dry cold because I was born in Lorraine but this year it seems that humidity has taken possession of all my worlds … In Lorraine no dry cold… no snow until now… ok but it is a story and I could invent… just imagine the most stereotyped of a Christmas atmosphere, then I will be sure that all Readers have the same vision of the same Christmas picture and I will be able to offer you my letter to Santa Claus.
About the location no doubt the story takes place in Lorraine on Dicember 2014, it has been snowing so much and watching out of the Windows you see all the lights decorations of the neighbours, you can guess the trees inside and you feel there is a strong energy for the preparation. Families and friends are ready for the gatheing. The commun denominator for all of us is that we want to share a meal with the people we love and those we do trust. With them we want to open our gifts for the lucky family where you can still share Christmas gifts…

“Dear Santa,
it has been a long time since I was a child and I asked you to bring me a walking doll, remember Mireille? you are getting old… aren’t you? I am worried about you working so hard for so many years to make happy everybody or almost everybody… and you never go on holidays!
Well since Mireille arrived and “walked” to make me feel so happy because I was sure I could trust you forever, all the gifts I have asked you appeared by magic… the most beautiful toys, I wanted jeweels and I got them! I wanted nice homeware for the welcoming places I lived and I got the. I wanted to travel and I found exotic gataways tickets under the tree … Most of all I Always wanted my parens with us and you were so generous because there are still with us , I was so lucky sharing Christmas holidays with those two awesome people that are Edu and Chari… Well I asked everything and I was never disappointed. Even being pregnant I wanted a babygirl and twice you have fulfilled my wishes! For this year I already have everything becausee I am “almost” old and really I do not need more gifts. Anything that traditionally kids and adults write in their magical letters.
For this year I have avery special prayer, one thing I still miss, I am sure you can make it… it is a gift for a very important person. Remember this is the blog #whenlifeisbetter and we can not talk about a better life if the most important element of a Christmas time is missing.
Dear Santa, I miss that my daughter Charlotte can be serene and that she can trust the people that love her… she is with us now but she is isolated by her worries.
She came to spend some time with her old grandparentsiani but she needs time to feel that she is in a safe place surrounded by true love.
I do wish that my daughter can forget the horror in which her precious age has been unfairly involved. I do wish that all family diasporas invented by violent and selfish parents can finish for ever. As long as she will not be happy and respected in her grief there will not be Christmas for me and even for the rest of my family… And while talking about my daughter I feel you understand I am making this prayer for many other teenagers and I feel you know who they are…
You got the message? My deepest desire is that you put in your bag a simple and quiet life for my fantastic Charlotte. I need to see again her smile, everybody needs her smile. It is so trite so dream about peace when it is Christmas I know, but I can not think of anything healthie. This is the only gift I want to find under our tree. Please do not forget it! And I know it is much more that all the former luxury gifts I have been asking in the past years but I know you are magical…
And by the way! please make some copies of this gift and put them in your bag because some other families may need such a gift… they may write a last minute letter by priority mail and you have to be ready!

Now it is snowing again… the lights of the tree are changing from red to blu and from blue to yellow. It is nice and reassuring.
I am taking the letter to the post office immediately because you have to receive it the sooner the better.
I thank you so much for all the wonderful Christmas of my life including the present one, I hug you!

I wish you good work dear irreplaceable character of our lives!
Cathie”
#whenlifeisbetter
IMG_3286[1]

11 thoughts on “Natale/Christmas/Noël/Navidad

  1. Vorrei essere tua figlia Charlotte per godere del tuo amore, quando lo leggerà a sua figlia in uno dei natali a venire! Riesci sempre ad emozionarmi!

    • Cathie il said:

      Grazie della tua preziosa complice amicizia e grazie a Lucilla che ci ha permesso di conoscerci. Baci e auguri dalla Lorena!

  2. Benedetta Napoleoni il said:

    Tesoro, io sono certa che ti esaudirà. VI esaudirà. E ti dico “VI” perché sono certa che anche Charlotte ha nel profondo del suo cuore il desiderio di superare tutto, di fidarsi e di ritrovare il suo splendido sorriso. La volontà unita all’amore (e a Babbo Natale) non può essere vinta da nessun’altra cosa…

  3. Roberta il said:

    Charlotte come le mie figlie, un po’ anche figlia mia 🙂 chiedo lo stesso a Babbo Natale, lo stesso regalo speciale che hai chiesto tu. Charlotte é da sempre elegante, così elegante anche quando attraversa le durezze della vita, così elegante che a volte sembra che non soffra. Invece é sensibilissima e fragile. Davvero vorrei che Babbo Natale ci aprisse gli occhi, noi genitori a volte così presi dalle nostre storie. Vorrei che ci aprisse gli occhi durante e non dopo. Spero tanto di rivedervi presto, chiedo perdono per non aver scritto, ma ti leggo sempre 🙂 auguri a te, alle bambine, e ai nonni. Lontane dagli occhi, ma sempre vicine al cuore…

    • Cathie il said:

      Ciao Mamma Roberta! Ci rivedremo presto e stavolta per davvero! E spero proprio di mettere nelle valigie tutti i sorrisi di una volta!
      Merry Christmas to you all over there!

  4. Bart il said:

    Che fantastico regalo sarebbe per te e per lei. Vi auguro di cuore che torniate a sorridervi complici come prima.

  5. Stefano il said:

    Cara Cathie, alla tua età per me tutto sei fuori che vecchia anche perchè la cosa più importante è rimanere giovani dentro e conservare per sempre il bambino/a che è in noi. Lo diceva Giovanni Pascoli nell’opera Il fanciullino. Inoltre il grande compositore Janáček diceva che solo chi aspira a tornare bambino è veramente un grande!
    A parte questo ti faccio i complimenti per quello che è per me l’articolo più bello e più magico che tu abbia scritto da quando hai il blog. Parole sacrosante scritte veramente non solo con l’anima ma anche con il cuore pieno di infinito amore verso tua figlia che sta vivendo un periodo non bellissimo da quello che mi è sembrato di capire. Se tua figlia vuole ritrovare il sorriso, per quello ci sono io con le mie magiche barzellette…
    Di solito si chiedono regali materiali mentre tu per la prima volta hai chiesto la salute psicologica/spirituale per tua figlia. Questo perchè quello che conta veramente nella vita sono la salute, l’amicizia, l’amore e la musica. La mia speranza è che Babbo Natale esaudisca al più presto le tue richieste. Se non ricordo male anche mia madre da piccola aveva una bambola di nome Mireille.
    Spero che ti sia ricordata prima di spedire la lettera di mettere il francobollo perchè solo così sei certa che la lettera arrivi con la speranza di poter vedere esauditi i tuoi desideri. Questo articolo è poetico, emozionante, magico e pieno di nostalgia che fa tornare bambini tutti i grandi che lo leggono. Spero che nel 2015 la vita sia migliore per Charlotte. Poi c’è da dire che il nome è bellissimo visto che mi fa pensare alla torta Charlotte. Auguro un buon Natale a tutta la tua famiglia e do un abbraccio e un bacione grandissimo a te e a Charlotte.

    • Cathie il said:

      Stefano! Buon Natale! i tuoi commenti e le tue barzellette fanno parte della mia vita e non ne posso più fare a meno… i tuoi complimenti graditi ma dai! ho scritto “quasi vecchia” è una via di mezzo che va benissimo! Il mio prossimo desiderio è che tu possa suonare il panoforte per mio padre e mia madre e so che avverrà presto.

      • Stefano il said:

        Ok per me va bene magari la prossima volta che ci vediamo da te.
        Ciao e Buon Natale.

  6. Lucrezia Borgia il said:

    sono certa che è andata tutto bene e condivido tutto quello che ti hanno già scritto.
    Buon natale!