Un croissant ed è felicità/Just need a croissant for happiness

IMG_2690A Roma si fa fatica a trovare nei bar della città un cornetto che assomigli,  anche poco poco, ad un cornetto francese… mica per niente la Francia è la patria del cornetto/croissant! E a me quel profumo e quel gusto mi danno emozioni. Tutto il resto è una finzione, un surrogato di cornetti, bisogna dirlo.
In Francia, i cornetti li mangiamo a tutte le ore del giorno o della notte, raramente  nei bar, e sempre molto ma molto pieni di burro.
Trasferitami dal mondo dei cornetti al burro,  ho dovuto adattare il mio gusto ai tanti cornetti possibili e mi sono arresa. Nulla ma nulla di simile in giro. Mi chiedo spesso “ma una catena come il famoso Paul di Londra da queste parti no?” Ci sono dei  “Paul” per citare solo loro, ovunque nel mondo. Ma perché a Roma no?
Insomma siccome sembravasi missione impossibile mi sono abituata a mangiare con il cappuccino un cornetto secco! Il più delle volte non mi piace nemmeno  il suo aspetto e a volte ci rinuncio completamente… Anche la fragranza è molto diversa qui.
Ma da qualche giorno, la mia vita è cambiata… è cambiata in meglio…. “when life is better” è il motto perfetto per questo racconto. Sì,  perché ho scoperto un bar che, tra i vari cornetti, offre anche quello al BURRO.
Sono arrivata una mattina per un cappuccino e ho sentito uno dei baristi pronunciare la parola magica:  “al burro”. Non ci potevo credere!!! Immediatamente ho chiesto IL cornetto al burro. Ho fatto le mie battute sulla felicità di provarlo e ho cominciato ad assaporarlo. Sì, una vera degustazione. Dal primo morso, ho capito che la mia vita non sarebbe mai più stata la stessa.
Un cornetto italiano autenticamente francese.
Un sapore e una sua fragranza al burro… il Croissant per antonomasia. Che bello! Dopo 27 anni in Italia, finalmente un cornetto che assomiglia al cornetto che ricerco con furore ogni volta che vado a trovare i miei in Francia. Non sono una che fa colazione al bar a tutti i costi ma, da quella mattina magica, ci vado molto più volentieri.
E’ un bel modo di cominciare la giornata non trovate???? … ma vi devo dire altro.
Vivo a Casalpalocco da dicembre, e ho girato i bar solo a caso, sperimentando le “atmosfere” e ogni tanto ho preferito questo bar, perché tutto il personale è particolarmente gentile, gradevole, educato e attento… mica poco. Per me essenziale! Da loro c’è sempre una bella accoglienza e un sorriso per ogni avventore.  Persino i clienti sembrano in sintonia con i baristi. Si da il caso che sia il bar più lontano di casa, e ho sempre scelto questo bar quando avevo tempo ma ora che non esiste più l’opzione del bar sotto casa, tempo o non tempo, arrivo fino a qui. Mi prendo sorrisi e cornetto al burro. E mi piace tanto questa sensazione di aver appagato la voglia di croissant “au beurre” condita da simpatia!
Ecco… fatta questa doppia apologia e non avendo nessun sito web da darvi, vi lascio nome e indirizzo per trovare questo gioiellino di bar:
Dolce Risveglio
via Pindaro 94 e se non fosse chiaro:
A Casalpalocco!
Et au plaisir de vous y rencontrer!
______________________________________________________________________________________________________________________________________________
In the bars of Rome, it is hard to find any croissant that looks like a French Croissant … not for nothing but France is the home of the croissant! And for me the scent and the taste of croissants give me emotions. Believe mi any copy of the product is a fiction, a surrogate of croissant. In France, we have croissants all day long, rarely in bars , and always very, very full of butter.
When I left the world of croissants with butter, I had to adapt my taste to the many possible croissants and I gave up. Nothing but nothing like it around. I often wonder why there is no chain as the famous Paul London around here. There are ” Paul ” to name only them , in so many countries of the world. But why not in Rome?
So as it seemed to be mission impossible I got used to eat an Italian croissant with my cappuccino! Most of the time I do not even like the look of the croissant and sometimes I give up completely … Even the fragrance is very different here .
But a few days ago , my life changed … changed for the better …. “when life is better” is the perfect motto for this case. Yes, because I found a bar that among many croissants, also provides the one with BUTTER. I arrived one morning for a cappuccino and I heard one of the bartenders “utter” the magic word ” butter ” . I could not believe it !!! I immediately ordered THE croissant with butter and started making jokes about my happiness and then tried it. Indeed a real tasting. From the first bite, I realized that my life would never be the same again.
A real Italian French croissant!
Taste and scent of Butter… The Croissant by definition. Wonderful! After 27 years in Italy, finally a croissant that looks like the one I had been searching with fury at any occasion when traveling to France to visit my family. I am not the kind of person who has breakfast at the bar at all costs , but from that magical morning , I go out for cappuccino and croissant a lot more willingly.
It is a great way to start the day isn’t it????… and I need to add something very important.
I live in Casalpalocco only since December, and I tried the bars here just by chance , experiencing the ” atmosphere ” and sometimes I preferred this bar just because all the staff are very friendly, pleasant, polite and attentive … For me it is a must! ! At their bar there is always a warm welcome and a smile for every customer . Even the customers seem to fit in with the bartenders. It happens to be that this bar is far from my place but when I had time I always came here. Now it is not anymore a matter of time and distance. Time or not I come here. I take my smiles and my croissant au beurre. And I really like that feeling of having fulfilled the desire of croissants ” au beurre ” dressed up with sympathy!
Well … having made ​​this double apology and having no website to give you, I leave you name and address to find this little gem of bar :
Dolce Risveglio
via Pindaro 94 and if not clear enough:
it is in Casalpalocco!
Et au plaisir de vous y rencontrer!
#whenlifeisbetter

Precedente Quando il Flamenco fa bene/When Flamenco makes you feel good... Successivo #whenlifeisbetter

18 thoughts on “Un croissant ed è felicità/Just need a croissant for happiness

  1. Gieffe il said:

    Un posto tranquillo dove poter fare belle chiacchierate … con molto relax e tanta serenità …. se poi si fanno in compagnia di una Donna stupenda….. 😉

  2. Benedetta Napoleoni il said:

    Ah…. è lì lì tra Casalpalocco e l’Axa e, come si sa, le TERRE DI CONFINE son sempre le più stimolanti e sorprendenti! E’ la riscossa di Palocco, rinascita inevitabile dopo gli antichi fasti perduti dagli anni ’80 in poi 😉
    Ci si va in elicottero, eh?

    • Cathie il said:

      Cara Benedetta, come dice un vecchio proverbio cinese chi mangia un cornetto al burro vince un volo in elicottero!

    • Paolo il said:

      Ma se vengo in elicottero con voi posso avere un cornetto integrale?

  3. Stefano il said:

    Cara Cathie, ma questo bellissimo articolo lo hai scritto apposta per me? Perchè se non lo sapessi io sono sempre stato fissato con i cornetti al punto che me li sogno pure la notte. Pensa che quando ero piccolo mio padre aveva un bar e io una mattina ho chiesto a mia nonna se mi prendeva i cornetti. Quando li ho finiti tutti ed erano circa una trentina mia nonna mi disse a scoppio ritardato: Stefano ma i cornetti li dobbiamo vendere…
    Vado matto anche per il cappuccino (da non confondere con il frate) e meglio ancora cioccolata fondente calda con panna rigorosamente senza zucchero. Comunque i cornetti della Fondazione Resonnance assomigliano molto ai croissant al burro francesi. Una volta ho mangiato dei cornetti favolosi in un bar a Via dei Colli Portuensi ma il problema è che per me è fuori zona. Può darsi che un giorno di questi proverò il bar da te consigliato. L’unico lato negativo dei cornetti è che hanno messo le corna…

    • Cathie il said:

      Caro Stefano ma è possibile che un genio del pianoforte sia anche un genio della scrittura? Mi fai sempre ridere con i tuoi commenti ora ho trovato il modo di fare ridere tutti gli utenti. Sorpresa!

      • Stefano il said:

        Cara Cathie, ti ringrazio che mi dici che sono un genio del pianoforte ma secondo me attualmente il più grande pianista del mondo è Lang Lang. Poi se mi dici che sono un genio della scrittura e delle barzellette allora è vero.

        • Cathie il said:

          Stefano cosa penserebbe Lang Lang se sapesse che lo abbiamo infilato in una discussione sui cornetti al burro!

          • Stefano il said:

            Secondo me non penserebbe nulla ma verrebbe subito a Casalpalocco a provare i cornetti non pensi?

  4. FEDERICA NEGRINO il said:

    Cara Cathie, conosco il bar Dolce RISVEGLIO è aperto da non molto, ma per gli italiani i cornetti al burro non sono il massimo….ad ogni paese i propri gusti li troviamo leggermente pesanti e indigesti e poi “poco dietetici” il posto è molto carino ma per noi VERI PALOCCHINI DOC PIGRI E ABITUDINARI il migliore rimane sempre LA CASA DEL TRAMEZZINO al centro vecchio.
    SARA’ PER i ricordi della nostra infanzia, prime comunioni, 18 anni il catering sempre tutto li …buono fresco e nostrano.

  5. Dopo il tuo articolo ho deciso di venire e pernottare a Casalpalocco secondariamente per salutarti principalmente per il cornetto, sono sicuro che ne basterà un morso per volare a Parigi.

  6. fabmarc il said:

    Io sostengo che il croissant doppio burro sia un alimento ideale per le diete…. dandoti un’autonomia di sazietà di 9 ore, ti consente di fare un pranzo leggero e bilanciato.
    A me piace tanto anche quello della catena Pret à manger di Londra. Senza trascurare il mio amato cornettaio della notte di fronte casa

    • Cathie il said:

      Giusto non ci avevo mai pensato! Quando funziona! A me l’effetto sazietà dura al massimo un’ora!!! Ma com’è che a te ti dura così tanto????

  7. Jean Michel il said:

    Réserve un table ! Ça donne vraiment trop envie. Arrivo.

  8. I’ll have to try these one day. Reading about the typical Italian breakfast reminded me of going to San Francisco with a friend. We would spend the day there eating and shopping for goodies to bring home. We started our day in Little Italy section with cappuccino. Shopped for all my fav Italian goodies then wandered over to Chinatown for Dim Sum for lunch. Shopped there for BBQ pork and things to bring home, then headed off to the wharf for a seafood dinner. And of course I had to bring home dungeness crab and sourdough. On the train back home my hands were filled with big shopping bags, I was tired but it was a grand day. I looked forward to that every day.

    • Cathie il said:

      Dear Premio, it was not exactly about typical Italian breakfast but I like what you wrote. Nice story. Looking forward to being in San Francisco myself!

I commenti sono chiusi.